IL CANTO DELLA FORESTA

(noto anche come La colonia Cecilia e Coro dei ribelli, di anonimo – 1891)

ascoltadownload

L’eco dalle foreste
dalle città insorte al nostro grido
or di vendetta sì, ora di morte
liberiamoci dal nemico.

E allerta compagni dall’animo forte
più non ci turbino il dolore e la morte
allerta compagni, formiamo l’unione
evviva evviva la rivoluzion.

Ti lascio Italia, terra di ladri,
coi miei compagni vado in esilio
e tutti uniti, a lavorare
e formerem la colonia social.

E tu borghese, ne paghi il fio:
tutto precipita, re patria dio,
e l’Anarchia forte e gloriosa
e vittoriosa trionferà,

si si trionferà la nostra causa
e noi godrem dei diritti sociali
saremo liberi, saremo uguali
la nostra fede trionferà.

 


Chitarra: Pasquale Ambrosino, Luigi Consolo, Roberto Ruberti, Ruggero Ruggeri
Pisa, 29/10/1993
L'esecuzione del brano è tratta da
"L'uovo di Durruti", di Joe Fallisi, di prossima pubblicazione.
Editing e mastering digitali: Virtual Light Studio, Paolo Siconolfi, Vedano al Lambro (Mi)
Web design:
Volin


nelvento.net - webmaster