LACRIME E' CUNDANNATE

(di Rizzi e Bascetta – 1927)

ascoltadownload

Sta tutt’o munno sane arrevutate
pe’ Sacco e pe’ Vanzette cundannate
e chi vigliaccamente l’ha ‘nfamate
mai ‘n’or’e pace nun ha da truva’
‘A tutt’e part’arrivano
proteste ‘n quantità
facenn’appello cercano
de farl’aggrazia’

Dopo sett’ann’e pena carcerate
fra vita e morte chiste sventurate
mo’ ca ‘a cundanna l’hanno cunfermate
non c’è sta mezzo pe’ e pote’ salva’
Sul’o governatore
giustizia le po’ ffa
si Dio ce ‘o mmette ‘n core
a grazia le farrà

So’ state senza core tutte quante
pure e’ giurate ma che ‘nfam’e gente
Nun senten’e ragione e’ chi è innucente
ma nun è giustizia no è ‘na viltà
Sti sfurtunate chiagnene
su’ rassegnate già
e dint’a cella aspettano
ca Dio l’ha da salva'


Chitarra: Maria
Milano, 30/06/1981
L'esecuzione del brano è tratta da
"L'uovo di Durruti", di Joe Fallisi, di prossima pubblicazione.
Editing e mastering digitali: Virtual Light Studio, Paolo Siconolfi, Vedano al Lambro (Mi)
Web design: Volin


nelvento.net - webmaster