LE QUATTRO STAGIONI

(di anonimo – fine 800)

ascoltadownload

E’ nell’aprile il fiore della vita
che l’aria è piena di soavi odor
vedo laggiù fra l’erbetta fiorita
quelli che s’amano confusi nell’amor
.
Amo gli augelli a gorgheggiar
sugli alberi della verdura
amo quei piedi a calpestar
i prodotti della natura.
E quando scorgo quel sentier
che mi conduce dov’io bramo
tutti i miei sogni i miei pensier
volano verso colei che amo.

Ecco l’estate il caldo è soffocante
nell’officina il buon lavorator
pien di fatica e di sudor grondante
mentre il borghese calpesta il suo lavor.

Amo i martelli a martellar
sull’incudin dell’officina
e amo il gallo a salutar
con la sua sveglia mattutina.
Ma quando penso che il mio ben
tra le mie braccia s’addormenta
io chino il capo sul suo sen
vorrei vederla sempre contenta.

È nell’autunno cadon le foglie morte
e del passato il ricordo nel cuor
vien la tristezza bussano alle porte
e la dolcezza par di sentir cantar.

Amo dell’uva il vendemmiar
con i suoi canti l’allegria
e amo il vino spumeggiar
in mezzo ai campi all’osteria.
Ma quando penso nel mio cuor
alla mia piccola lontana
cade una lacrima dal cuor
triste risuona una campana.

Cade la neve il freddo invernale
vedo sui tetti i camini a fumar
il focolare riscalda assai male
tutto è silenzio all’infuori del mar.
E amo l’onda spumeggiar
contro lo scoglio che l’aspetta
amo del fulmine il tuonar
amo il fragor della tempesta.
Quando son presso di te
mi viene in mente un’armonia
non so dirti non so cos’è
so ben d’amarti alla follia.

E or rinchiuso in questa oscura cella
dimenticato da colei che amo ancor
se ci ripenso mi manca la favella
triste ricordo rattrista il mio cuor.

E amo la notte ad ascoltar
il grido della sentinella
amo la luna a salutar
quando rischiara la mia cella.
E quando penso all’avvenir
della mia gioventù perduta
vorrei baciarla e poi morir
mentr’ella dorme all’insaputa.
della mia gioventù perduta
vorrei baciarla e poi morir
mentr’ella dorme all’insaputa

Chitarra: Maria
Milano, 30/06/1981
L'esecuzione del brano è tratta da
"L'uovo di Durruti", di Joe Fallisi, di prossima pubblicazione.
Editing e mastering digitali: Virtual Light Studio, Paolo Siconolfi, Vedano al Lambro (Mi)
Web design: Volin


nelvento.net - webmaster