CARNE E CIELO
Poesia italiana in canto

Melodie di Joe Fallisi

 

Sogno d'estate

Al carcere

Di se stesso

 

 

DI SE STESSO

(Tommaso Campanella)

ascolta download

Sciolto e legato, accompagnato e solo
gridando cheto il fiero stuol confondo:
folle all’occhio mortal del basso mondo,
saggio al senno divin dell’altro polo.

Con vanni in terra oppressi al ciel men volo,
in mesta carne d’animo giocondo;
e, se talor m’abbassa il grave pondo,
l’ale pur m’alzan sopra il duro suolo.

La dubbia guerra fa le virtù conte.
Breve è verso l’eterno ogn’altro tempo,
e nulla è più leggier ch’un grato peso.

Porto dell’amor mio l’imago in fronte,
sicuro d’arrivar lieto per tempo
ov’io senza parlar sia sempre inteso.

 


Chitarra: Piero Del Prete, Giammaria Simoncini
Carrara, 29/07/2003
L'esecuzione del brano è tratta da
"L'uovo di Durruti", di Joe Fallisi, di prossima pubblicazione.
Editing e mastering digitali: Virtual Light Studio, Paolo Siconolfi, Vedano al Lambro (Mi)

Web design: Sergio Serrao


nelvento.net - webmaster