Il Sole vero

 

Non a parole, come pia illusione collettiva e
"sol dell'avvenire", ma CAMMINANDO,
IN PRIMA PERSONA e ORA. Come Sole vero.

Il cacciatore

(parole e musica di Joe Fallisi – 2005)


Io sono sportivo,
ammazzo a cuor giulivo.
Sparo sul coniglio
come su mio figlio.

Stermino le foche,
anniento il cardellino
– ah come son poche...
brindo con il vino.

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.

Ah che orgoglio, ah che sollazzo
fucilar questa pernice!...
Dican pure che son pazzo,
frollo e marcio alla radice.

Alla nostra specie,
e a nessun’altra invece,
spetta di diritto
compiere ogni delitto.

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.

Oh che gioia, che goduria
centrare un capriolo!
Sì la mia follia infuria
quando colpisco al volo.

Non avessi ’sto cannone
sarei un bipede impotente,
ma io esplodo a profusione,
gli animal non sono niente.

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.

Apri la porta aurora,
vado a cacciare ancora.
Ah che delizia il sangue!
Voglio la preda esangue.

Vieni cane fido schiavo,
segui il capo fai il bravo.
Poi il cinghiale massacrato
sarà dolce al tuo palato.

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.

Con gran coraggio affronto
e stendo l’elefante.
Da cento metri pronto
lo fulmino all’istante.

Gazzella e leone,
leopardo e voi primati
alla mia protezione
sarete affidati.

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.

Sono un vero ecologista,
non credete alle menzogne.
Se mi dicono stragista
è perché sono carogne.

Io la fauna e la natura
amo venero e proteggo.
Solo i vili hanno paura
del fucile che posseggo.

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.

Col fucile e con le frecce,
mille trappole e tagliole
siamo noi a dettar legge
e le bestie sono sole.

Le stagioni e le riserve
ARCIgrandi, sì, vogliamo.
Protestar nulla vi serve,
l'inno in coro intoniamo:

CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.
CACCIATORE, CACCIATORE,
PASSI TU E LA VITA MUORE.


(Milano, domenica 16 ottobre 2005)